Circa 140 mila tonnellate rifiuti verso inceneritori Terni, assessore Cecchini: «Non autorizziamo»

I due impianti dovrebbero assorbire quantitativo umbro di Sblocca Italia, Lucidi al prefetto: «Rinvii conferenza servizi per Acea del 18/8»

La possibile riaccensione dell’ex Printer non agita solo il comitato no inceneritori ma investe di preoccupazione anche M5s, Uiltrasporti e comitato No inceneritori. Il rischio, abbastanza concreto, che nei due inceneritori possano bruciare a Terni migliaia di tonnellate di rifiuti provenienti da fuori regione fa pensare, come scrivono i 5 stelle, che Terni possa diventare la «ciminiera unica del centro Italia, il ricettacolo della monnezza di Roma e del Lazio». Nel tardo pomeriggio l’assessore regionale Fernanda Cecchini ha affermato: «La giunta non ha autorizzato né intende autorizzare l’arrivo di alcuni rifiuti provenienti da fuori regione». […]

Il Comitato No Inceneritori Terni invita a partecipare al presidio di martedì 12 gennaio alle ore 15.00 davanti alla Prefettura di Terni.

Fonte: Umbria24

 

Lascia un commento